Si inizia :

la mattina si passa per vedere e salutare i pazienti e se hanno bisogno di qualcosa aiutare quelli che necessitano di aiuto nel compiere i loro bisogni primari, poi c´è il personale laico che ci aiuta ad alzare le persone che non sono più autosufficienti e subito dopo arrivano le altre signore che si occupano nelle pulizie degli ambienti, poi ancora noi suore accompagniamo i pazienti a tavola per la colazione e subito dopo arriva un´insegnante che sta con loro tenendoli occupati tutta la mattinata, nel disegno, animazione e canto. Intanto noi suore ci occupiamo del lavaggio stiratura, e messa a posto della biancheria.

Nel pomeriggio quando è possibile si recita con loro il Santo Rosario, novene e preghiere, poi ogni paziente è libero di uscire e fare passeggiate anche nel paese, logicamente quelli che sono autosufficienti e gli altri, chi gioca a carte, chi guarda la TV, poi c´è anche chi lavora con i ferri e chi con l´uncinetto.

Noi suore siamo sempre vicino a loro per qualsiasi bisogno naturalmente siamo attente anche per quanto riguarda la loro vita spirituale sia nella confessione nel dare loro sempre una parola buona confortevole e rassicurante fino a farli ricevere il Sacramento dell´estrema unzione per questo abbiamo un Padre Francescano che è sempre presente.

Dopo cena si fermano un pochino nella sala TV tutti insieme naturalmente quelli che possono, poi man mano vanno tutti a letto e noi passiamo per vedere come stanno e aiutare chi ne ha bisogno, noi che siamo addette al reparto abbiamo anche la nostra camera con loro nello stesso reparto quindi siamo vigilanti anche la notte se qualcuna ha bisogno o suona il campanello.

Infine abbiamo un´altra suora che si occupa della liturgia e dei canti per la Santa Messa e si preoccupa di preparare insieme a loro i canti per la Messa domenicale.

Per essere ospiti nella nostra casa devono avere superato almeno 65/70 anni di età, che siano persone autosufficienti ( per autosufficienti si intende che riescono almeno a svolgere i loro bisogni primari). Una volta che sono ospiti li accompagniamo all´incontro con il Signore qualsiasi cosa succede, non li abbandoniamo.

Per quanto riguarda le modalità di accesso nella nostra casa, o ci telefona o si viene di persona a parlare con la superiora della casa; se ce posto si fa venire direttamente la persona che si deve ospitare, per vedere soprattutto se accetta di stare nella nostra casa. Facciamo visitare la casa e vedere il posto che le e stato dato, dopo di che si decide il giorno della
venuta da parte della paziente.

Noi suore garantiamo l´assistenza a queste persone 24ore su 24, siamo sempre presenti, sia dal lato assistenziale che religioso, stabiliamo un bel rapporto anche con i parenti e i famigliari dei nostri pazienti, siamo in continuo dialogo con loro e facciamo si che vengono molto spesso a trovarli e a stare con loro e con noi.

In tutto ciò siamo aiutate da tanto personale laico che collabora e lavora con noi con tanto amore fino a formare un´unica grande famiglia. Poco tempo fa abbiamo acquistato anche un pulmino, che usiamo per fare delle gite ai nostri nonni, spostandoci sempre in luoghi nuovi e farli sentire abbracciati e coccolati veramente da una nuova grande famiglia dove regna amore e gioia e dove si è tutti fratelli uniti.